W.O.A. nasce dall’incontro di tre amici che un po’ per scherzo, un po’ per noia, decidono di stampare delle magliette con disegni ed opere di giovani artisti emergenti. L’idea viene da un murales che vedono a Follonica, gli piace talmente tanto che vogliono stamparselo su una maglia. Da qui la cosa si allarga sempre di più. In molti chiedono di quella maglietta e di quella grafica, i tre ragazzi iniziano a sperimentare e a trovare nuovi artisti per le loro idee. La voce si sparge a Firenze e in poco tempo riescono a venderne a dozzine. Decidono di usare un numero di telefono, lo stampano sulla maglietta, in un margine interno; chi vuole una di quelle maglie deve chiamare quel numero.  Così il gioco inizia a farsi serio, vengono coinvolti artisti sempre più importanti, giovani tatuatori che si stanno facendo un nome in tutta Italia e fumettisti di talento.

E’ il momento di dargli un nome” – dice qualcuno .

W.O.A” – risponde qualcun altro prontamente.

Tre lettere, proprio come il numero dei ragazzi ed un significato: “Work of Art”; perché alla fine hanno iniziato così, con un’opera d’arte stampata su una t-shirt.